angoli di mondo

venerdì, 22 giugno 2012





... anima inquieta alla continua ricerca di angoli di mondo e oggetti carichi di storie, è così che il frigo ospita una serie di immagini e di foto che ci riportano a momenti speciali, alle nostre passioni più segrete; ospita candele, fiori, libri ...  e basta uno sguardo per ritrovare noi stessi ...






ma in fondo è solo un frigorifero  ... :-)


crostata all'ora della merenda *

martedì, 19 giugno 2012


la crostata è un dolce semplice, che ci riporta all'infanzia.
Facile da fare, è leggera e cambia a seconda della marmellata che scegliamo : in estate opterei per quella di limoni o quella di fragole e menta ....  
Se ci sono bambini in casa, meglio quella di fragole, per prepararla possiamo farci aiutare da loro : i bimbi adorano pasticciare in cucina e saranno momenti speciali passati insieme !



300 gr.  farina
125 gr.  zucchero
 75 gr.  burro
 75 gr.  yogurt
1  uovo
1/2  bustina lievito per dolci
1  limone bio
sale  q.b.
300 gr.  marmellata di fragole e menta

Incominciamo sbattendo lo zucchero con l'uovo, finchè non diventa bianco e spumoso, aggiungiamo il burro fuso e lo yogurt ; quindi uniamo la farina, un pizzico di sale, il lievito e la buccia grattugiata del limone.
Lavoriamo con le mani, fino ad ottenere un composto morbido ed elastico, ne mettiamo da parte 1/3.
Stendiamo il resto della pasta con il mattarello, foderiamo una tortiera con la sfoglia ottenuta. Rifiniamo i bordi e stendiamo la nostra marmellata.
Stesa la pasta rimasta, con una rotella ricaviamo le strisce per decorare la crostata. Cuociamo in forno a 180° per circa mezz'ora....  :-)



emozioni ... in un atelier di gioielli *

venerdì, 15 giugno 2012


monica crea gioielli, a bolzano.
Qualche tempo fa ha deciso di aprire un atelier tutto suo, dove lavorare ed accogliere i clienti, e me ne ha affidato il progetto.
Trovato uno spazio in centro storico, ricco di memoria, ho creato un ambiente libero ed informale, ma attento ai dettagli.
Rispettando la bellezza del luogo, le sue volte, le sue pietre, ho disegnato mobili minimali e funzionali, su misura, trattati con quel gusto tutto francese del colore decapato ...


E poi un tocco di poesia con la panca antica, di un colore polveroso e la voliera.
Entrambe trovate da babilla, un meraviglioso negozio di mobili francesi a desenzano.


Un tocco fusion con la lanterna marocchina, tanta luce con i preziosi lampadari di cristallo e la collezione di specchi, di varie provenienze, che nel tempo si è arricchita di nuovi protagonisti.


Una stratificazione di memorie, alleggerita da scelte minimali, per creare un luogo d'incontro per le amiche e le clienti, dove  sia piacevole scegliere insieme un oggetto prezioso, ma dove potersi fermare anche solo per due chiacchiere tra amiche ...


è importante ascoltare il committente per poi tradurre i suoi desideri in emozioni, in questo caso è stato facile, perchè ci siamo trovate in sintonia, mi piace pensare che questo si senta appena si varca la soglia di questo luogo delle meraviglie .....  :-)

























monica orlandi, via streiter, bolzano

se vi è piaciuto, passate a trovarla ...
baci *___* mariaida




tu sei come ...

giovedì,  14 giugno 2012


tu sei come un bel fiore con i petali che scivolano via
in questo mondo ogni cosa continuamente muta
......
sogna un dolce sogno di vita senza attaccamento

( filastrocca giapponese )


                                                                                                                                                                     

marmellata di ... fragole*

martedì, 12 giugno 2012

sabato mattina, al mercato dei contadini, ho trovato le fragole, piccoline e dolcissime, e i fiori di sambuco.
Lo sciroppo me l'ha già fatto la mia amica carla, lo so, sono fortunata, è un lavoraccio ... e così io farò qualche vasetto di marmellata.
Quella fatta in casa è sempre più buona e poi si possono provare abbinamenti diversi : sapete che ho un debole per i fiori, e dunque sarà fragole e fiori di sambuco, per una marmellata dolce e profumata ....


1  kg. di fragole
500 gr. di zucchero di canna
1 limone bio
fiori di sambuco

laviamo, puliamo e tagliamo le fragole a pezzettini, aggiungiamo lo zucchero, il succo del limone e lasciamo riposare un paio d'ore.
Portiamo ad ebollizione e facciamo cuocere circa un'ora, finchè la marmellata non raggiunge la consistenza desiderata.
Poniamo in ciascun vasetto un cucchiaio di fiori di sambuco e versiamoci sopra la marmellata bollente, chiudiamo e sterilizziamo.
Per una marmellata dal sapore più fresco, al posto dei fiori di sambuco, mettiamo qualche foglia di menta  ... :-)


vaghezza d'intimità

venerdì, 8 giugno 2012

vaghezza d'intimità

vaghezza d'intimità
vaghezza d'intimità  ....  stefano uvietta 2009
.... la felicità del pensare, del ripercorrere il passato, dell'ascoltare il fluire del presente, dell'immaginare il futuro
avvolti da un denso profumo di caffè e di complicità
con una tazza bollente in mano
ascoltiamo le nostre vite ....

buon we ! baci *___* mariaida



grazie per quella volta

giovedì, 7 giugno 2012


ho appena finito di leggere il libro : "grazie per quella volta. Confessioni di una donna difettosa " di Serena Dandini.
Mi ci sono proprio ritrovata : racconta delle piccole cose della vita; di momenti passati a cercare oggetti forse perduti e a riscoprire sensazioni, che ci riportano alla nostra giovinezza.
Ci parla della sua famiglia, dei suoi sogni di ragazza, delle letture e delle esperienze che l'hanno resa quella che è oggi.
Ho sorriso leggendo dei pomeriggi adolescenziali passati davanti alla finestra a sognare il futuro, così come delle prime vacanze tra amiche.
Affronta anche i momenti difficili, ma sempre con ironia e leggerezza.
La figura della zia Lella - a cui dedica il libro - è illuminante : che meraviglia essere un punto di riferimento per le persone a cui vogliamo bene !
E che dire del senso di inadeguatezza, che spesso ci accompagna ?  Tra le sue pagine troviamo la frase-mantra di Simone de Beauvoir :  " Donne non si nasce : si diventa ...." cosa c'è di più positivo ?!
Torniamo agli argomenti leggeri ... vi riporto una pagina del capitolo  Black is black : ci racconta come è nato l'amore per gli abiti neri, il colore della disobbedienza ....


Nel quotidiano mi circondo di colori, anche solo un piccolo mazzo di fiori colorati sulla scrivania, ma anche nel mio guardaroba è tutto nero. Lo trovo raffinato e femminile, nella sua assoluta semplicità è adatto a qualsiasi ora del giorno e della sera : una colazione di lavoro, un'uscita con le amiche, un aperitivo, una festa scintillante .
Con queste riflessioni, tra racconti e ricordi, ti fa sentire un po' meno sola con i tuoi difetti, sapendo che vale la pena di provare a conviverci serenamente ... :-)

tortine di ricotta con viole arancio e ... altre sfumature


martedì, 5 giugno 2012

ancora una ricetta con i fiori, con le viole del pensiero ... sono tra le prime a fiorire, sanno proprio di primavera !
e poi hanno mille colori, mille sfumature diverse, a me piacciono sempre quelle bianche e quelle con vari toni di azzurro, ma sono tutte stupende ...
oggi per questa ricetta le abbiamo utilizzate con le tonalità dell'arancio, ci siamo fatti ispirare dal colore del fondo. Il cartoncino panna fa risaltare tutte le sfumature, davvero meravigliose !
ma ecco la ricetta :



600 gr. di ricotta di pecora bio
1 arancia bio
1 manciata di foglie di basilico
1 manciata di viole del pensiero edibili
olio extra vergine di oliva
sale e pepe 

in una ciotola mescoliamo la ricotta, due cucchiai di olio, un pizzico di sale, la buccia grattugiata dell'arancia, il succo di mezza arancia ed una manciata di basilico tritato. 
Passiamo con un filo d'olio quattro stampini e riempiamoli con il composto. Lasciamoli riposare in frigo un paio d'ore, quindi li sformiamo e aggiungiamo ad ognuno una manciata di petali di viole spezzettati. Decoriamo il piatto con qualche fiore e qualche foglia di basilico ... 
una ricetta sfiziosa per una cena in terrazza, un buon vinello bianco e quattro chiacchiere tra amici ... :-)